DONNE ANZIANE: 3 TAZZE DI TÈ AL GIORNO RIDUCONO IL RISCHIO DI FRATTURE

 

DONNE ANZIANE: 3 TAZZE DI TÈ AL GIORNO RIDUCONO IL RISCHIO DI FRATTURE

Pare che il tè possa aiutare a contrastare il rischio di fratture, specie nelle donne più in là con gli anni che sono più esposte all’osteoporosi; dunque se il latte, da sempre raccomandato per la sua azione benefica sulle ossa, non fosse gradito, via libera al tè. Secondo una ricerca australiana, della Flinders University, pubblicata sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition, berne tre tazze al giorno riduce il rischio di fratture di circa il 30% rispetto a chi non lo consuma o lo consuma poco.
La ricerca condotta ha mostrato che coloro che bevevano almeno tre tazze di tè al giorno, in particolare tè nero e verde, risultavano avere circa un terzo in meno di probabilità di andare incontro alla rottura di un osso nel corso del decennio rispetto a chi lo beveva  raramente o per nulla. Secondo gli esperti il segreto del tè potrebbe risiedere nei flavonoidi contenuti in abbondanza, che rafforzano le ossa, accelerando la formazione di nuove cellule ossee e rallentando l’erosione di quelle esistenti.
Fonte: American Journal of Clinical Nutrition